Perché in Grecia?

Così come gli atleti aspirano a ripercorrere, come nei tempi che furono, l’antica Maratona Olimpica, così come i grandi attori sognano di recitare nell’antico teatro dell’Epidauro, così anche i produttori e cultori dell’olio d’oliva hanno espresso unanimi il proprio sogno nel cassetto: avere l’opportunità di competere nella Terra dove tutto ebbe origine.

La Grecia è stata la prima ad aver riconosciuto, considerato e trattato l’olio d’oliva i quanto “prodotto” culturale. E’ uno dei primi Paesi per produzione di olio, mentre l’extra vergine ellenico è universalmente considerato tra i migliori al mondo. La coltivazione di Koroneiki, – varietà d’oliva per eccellenza ellenica – ha di gran lunga oltrepassato i confini nazionali e la troviamo in tantissimi altri Paesi che ambiscono ad ottenere la medesima sopraffina qualità come quella ottenuta in suolo greco.

Il sogno di competere, partecipare e vincere a un concorso oleario organizzato proprio in Grecia si è realizzato l’anno scorso, alla Prima Edizione dell’Athena International Olive Oil Competition 2016. Non a caso, l’evento ha avuto luogo ad Atene, la città che si è distinta, entrando nella leggenda, perché la dea Athena la scelse come luogo d’origine dell’ulivo.

Dopo il grande successo ottenuto alla Prima Edizione 2016 – con 256 campioni ricevuti da 10 Paesi, 118 Medaglie conferite da un Panel internazionale di 19 esperti – nel 2017 il Concorso (ormai appuntamento annuale) si terrà nella leggendaria Pylos, in Messinia, la terra del “sacro liquido d’oro” di omerica memoria. Messinia inoltre è la prima Regione in Grecia per produzione. E’ da questa Regione che proviene ben il 30% della produzione annuale nazionale!

Captain Vassilis e la Fondazione Carmen Konstantakopoulos sono gli sponsors dell’edizione di quest’anno. La Fondazione, senza scopo di lucro, Carmen Konstantakopoulos è una realtà privata che nasce nel 2011 con lo scopo principale di rendere Messinia un modello di sviluppo agricolo sostenibile. Da allora, ha sostenuto e promosso i progetti legati al conseguimento di questo obiettivo.

Perché Messinia 

Terra benedetta da rigogliosi uliveti, Messinia è un angolo idilliaco del Peloponneso meridionale con una lunga tradizione nel commercio e nell’esportazione di olive da tavola e di delizioso olio extravergine d’oliva. Qui cresce l’apprezzatissima varietà di oliva Koroneiki, che affonda le sue radici, e da cui prende il suo nome, nell’omonimo villaggio di Koroni. Da qui,  la coltivazione di quest’eccezionale varietà si è diffusa in tutta la Grecia e non solo. Qui nascono anche le famose e pregiate olive di Kalamata, riconoscibili dalla loro forma unica: leggermente grassoccia, di colore viola-nero nota in tutto il mondo per il suo gusto e per il suo alto valore nutritivo. In gran parte incontaminata, Messinia offre uno degli scenari paesaggistici più belli del Mediterraneo. Con l’apertura, nel 2010, del rinomato Costa Navarino Resort la Regione si altamente valorizzata, diventando meta di un turismo di alto livello.